Giuliano Sangiorgi ha presentato il suo nuovo romanzo all’Apollo di Lecce

Si è svolta ieri sera nel cuore di Lecce, nella splendida cornice del Teatro Apollo che ha riaperto i battenti per gli spettacoli ‘in presenza’ proprio per l’occasione, la presentazione del libro “Il tempo di un lento”, il secondo lavoro letterario di Giuliano Sangiorgi.

La copertina del libro di Sangiorgi

Era emozionato, Giuliano, che per le disposizioni anti-covid non ha potuto firmare autografi ma non per questo si è sottratto all’incontro con i fans (arrivati da tutta la Puglia e non solo) che lo attendevano all’ingresso e con i quali si è trattenuto con la proverbiale disponibilità di sempre. Era emozionato per essere a ‘casa’, nella sua Lecce, e soprattutto per essere in un teatro pieno di gente che -seppur distanziata- era stretta a lui in un grandissimo abbraccio. Un incontro di oltre un’ora iniziato con i sinceri ringraziamenti alla Feltrinelli promotrice dell’evento, alla casa editrice Einaudi Editore che ha sempre creduto nella sua scrittura, al sindaco di Lecce Carlo Salvemini presente in platea, alla sua famiglia e alla sua ‘famiglia musicale’, i Negramaro, rappresentata in sala da Emanuele Spedicato, Ermanno Carlà e Danilo Tasco, a Lu Forum e tutti i fans.

A presentare la serata un amico e un grande giornalista de ‘Il Quotidiano‘, Rosario Tornesello che con Giuliano ha attraversato i capitoli de ‘Il tempo di un lento’ e i ricordi di cui sono intrisi, ripercorrendo la storia dei protagonisti, Luca e Maria Giulia, in un racconto ricco di aneddoti che hanno rispolverato le origini della band da quando suonava nella cantina di Veglie ai primi successi.Non aveva la chitarra ma ha intonato lo stesso ‘Amore che torni’, un brano legato a doppio filo al romanzo, riuscendo a far vibrare forti le corde dell’anima di ognuno dei presenti che, c’è da scommetterci, conserveranno a lungo la serata nello scrigno dei ricordi speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *