Sticchi Damiani in conferenza stampa: «Non faremo scelte affrettate solo perché abbiamo perso contro il Cittadella»

Tra presentazione dei top sponsor sulle maglie di gioco e aggiornamenti sul calciomercato, il Presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani ha tenuto una conferenza stampa all’Acaya Golf Resort SpA

Nella sala congressi dell’Acaya Golf Resort & SPA, il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani ha presentato gli sponsor ufficiali di maglia della stagione 2022/2023 che accompagneranno i giallorossi nel prossimo campionato di Serie A.

Erano presenti il main sponsor Links rappresentato da Giancarlo Negro e Paolo Perrone, Deghi con Alberto Paglialunga, ritorna Betitaly come co-sponsor con Oronzo Chilla e infine, ma non per importanza, sulla manica ci sarà la Banca Popolare Pugliese, rappresentata in conferenza da Luigi Arigliano.

Foto Salento News

“Conferenza particolarmente importante – esordisce il Presidente Saverio Sticchi Damiani – perché oggi presentiamo delle certezze del territorio che la maggior parte hanno deciso di affiancarci in questo straordinario percorso in questi anni. Abbiamo raggiunto un accordo per questa stagione ma con prospettive di state insieme con varie modalità per proseguire questo rapporto nei prossimi anni. Sono felice di fare questa conferenza per potervi presentare un prodotto finito a tal punto che compaiono questi nostri compagni di viaggio: sponsor ed amici che hanno deciso di condividere con noi questa avventura. Le persone sedute a questo tavolo sono legate al lecce da affetto e amicizia. Legati al territorio e alle legati della società.

Un tema che volevo affrontare è che ancora una volta su questa maglia è presente lo slogan “salento terrA magica”.

In merito all’impegno della società: “Noi qui continuiamo a portare avanti un modello passato di moda oggi cioè il fatto di creare una compagine unica con un unico denominatore: eccellenze del territorio. In questo momento una visione romantica ma che portiamo avanti. Tutto ciò che facciamo lo facciamo con una fatica quadrupla rispetto ai club del nord. Ogni cosa che viene fatta in questo momento storico va raccontata come piccolo grande miracolo”. 

Infine, un riferimento all’affetto dei tifosi, che anche quest’anno non hanno mancato di sostenere i giallorossi: “Abbiamo 20mila persone che ci hanno dimostrato il massimo sforzo e noi cercheremo di fare il massimo per non deluderli. Quest’anno abbiamo scelto un percorso difficilissimo, quello del rinnovamento sociale, che non è semplice per una società poiché è abbastanza dispendioso. Poiché anche le operazioni “a costo zero” in realtà non lo sono: ci sono comunque ingaggi e commissioni. Grazie agli abbonati perché hanno dimostrato di starci vicino. Rispetto la maglia la somma di tutti gli sponsor è uno dei risultati migliori di tutte le nostre serie A poiché supera il milione di euro, quindi un aiuto concreto che ci viene dato. In questi momenti di difficoltà bisogna avere lucidità e noi non ci tireremo indietro”. 

Un riferimento anche alla campagna acquisti: “Non faremo scelte affrettate solo perché abbiamo perso contro il Cittadella. Una delle caratteristiche del club è questo grande seguito e l’altra è che questo club non ha deciso di convivere con croniche posizioni di debiti con banche e finanziatori. Quando sento il concetto “il club non ha soldi” lo considero offensivo perché banalizza la nostra politica. Oggi il club utilizza i soldi di cui dispone e non delle banche”.

Ecco, poi, le dichiarazioni dei rappresentanti di Links. Negro afferma: “Per noi è un grande onore collaborare con il Lecce. Tre anni fa abbiamo deciso in piena pandemia di sposare il progetto Lecce. Tifiamo Lecce e ci sentiamo vicini alla società. Nella gara di Coppa Italia venerdì tutte le mie figlie si sono messe a piangere”. Perrone rimarca l’attaccamento al teritorio: “Ha detto bene Saverio, è difficile fare calcio in una terra come il Salento. Bisogna superare la diffidenza di chi ti deve scegliere. Io ho fatto il sindaco per dieci anni e quando ero in giro per l’Italia ci stimavano. Ci riconoscevano come dignità. Siamo tifosi, ma abbiamo messo Links sulle maglie del Lecce perché è una squadra particolare. Basta guardare il dato degli abbonamenti. Segnale di forte appartenenza al territorio”.

Paglialunga di Deghi spiega: “La nostra è una scelta di cuore. Fare impresa al sud non è facile. Ma poi c’è magia e coesione. Bisogna avere pazienza e stare vicini alla squadra. Sono felicissimo di essere su questa maglia”.

Chilla di BetItaly presenta il nuovo marchio: “Noi ci occupiamo di servizi alle imprese. Il nostro è un marchio nuovo. Abbiamo scelto il Lecce come volano”.

Infine Arigliano della Banca Popolare Puglise: “Ricordo i campionati tra banche, ora non ci sono più. Non è facile fare sport. Il Lecce è accompagnato dalla passione e dall’intelligenza, come dice il presidente Sticchi Damiani. Questo supera tutti i limiti che può avere un territorio. L’esperienza della campagna abbonamenti è stata fantastica”.

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

La grande musica dell’Oversound prosegue con Tananai, giovedì 11 agosto al Pala Live

Next Article

Pienone di gente e di emozioni per la grande festa del Locomotive Jazz Festival che si conclude all’alba con Giuliano Sangiorgi

Related Posts
Total
1
Share