Pienone di gente e di emozioni per la grande festa del Locomotive Jazz Festival che si conclude all’alba con Giuliano Sangiorgi

La XVIIª edizione del Locomotive Jazz Festival, l’appuntamento musicale più atteso del Salento, che quest’anno, in 8 giorni, ha fatto il pieno di pubblico e di emozioni tra Sogliano Cavour e San Cataldo dove ieri si è svolta in riva al mare, aspettando l’alba, la festa finale rigorosamente soldout.
Padrone di casa e direttore artistico un Raffaele Casarano in splendida forma che con il suo sax ha letteralmente incantato gli oltre 5000 presenti che gremivano il fazzoletto di sabbia a ridosso del Faro; con lui sul palco Mirko Signorile al piano, Giorgio Vendola al contrabbasso, Alessandro Monteduro alle percussioni e Marco D’Orlandoalla batteria.


Giuliano Sangiorgi è stato l’attesissimo ospite speciale, co-direttore del Festival a cui Raffaele da tantissimi anni è legato da una profonda amicizia e questa esibizione sul palco del Locomotive è arrivata a distanza di 10 anni dalla loro prima alba insieme. Salito sul palco a sorpresa per le prove, intorno le 22, ha scherzosamente ‘svegliato’ il pubblico accampato sulla marina con teli e sacchi a pelo per poi presentarsi in completo giallo alle 4 e 30, in perfetto orario sulla tabella di marcia. 

Giuliano Sangiorgi al Locomotive Jazz Festival

Protagonista indiscussa la sua voce unica e inconfondibile che in perfetta armonia con gli strumenti ha spaziato in un repertorio dai grandi classici del jazz (da ‘My funny Valentine’ a ‘My way’), all’omaggio a Lucio Dalla con ‘Chissà se lo sai’ e Anna e Marco’; da brani della tradizione popolare salentina come ‘Kali Nifta’ e ‘Lu ruscio te lu mare’ e infine ai successi dei Negramaro quali ‘Estate’ e ‘Meraviglioso’, ‘Solo per te’.
Alle primissime luci dell’alba sul palco ha preso posto anche la “Moka Family Big Banda” formata da quattordici pazzi musicisti che, armati di strumenti e moke musicali, hanno fatto ballare al ritmo di Swing’n’Roll.
Giuliano instancabile dopo i saluti, ormai al sorgere del sole, ha regalato ancora emozioni interpretando appunto ‘Sole’ che è uno dei sei inediti della raccolta della band “Una storia semplice” e concedendo il bis di ‘Solo per te’ stavolta a cappella.
Poi si è congedato per davvero dicendosi fiero di appartenere al Salento ricordando che il Tour dei Negramaro nei Teatri sarà anche al Politeama di Lecce il 25 e il 26 ottobre prossimi.

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Sticchi Damiani in conferenza stampa: «Non faremo scelte affrettate solo perché abbiamo perso contro il Cittadella»

Next Article

Alessandra Amoroso, la magia del primo San Siro sbarca su Canale 5

Related Posts
Total
1
Share