Salice, Gravili scrive al prefetto: “Strane coincidenze nei concorsi pubblici, si accenda un faro”

Ho provveduto nei giorni scorsi a scrivere al Prefetto di Lecce riguardo la gestione dei Concorsi Pubblici presso il Comune di Salice” scrive Gravili, – I concorsi effettuati dal 2017 ad oggi presentano singolari “coincidenze” inerenti rapporti di parentela, elettorali o di peculiare amicizia tra coloro risultati vincitori dei bandi e coloro che siedono nella Giunta Comunale”.

Foto da internet

Nella lettera arrivata in redazione, Cosimo Gravili continua:

La nostra Costituzione all’art. 97 richiama i principi di legalità, trasparenza e imparzialità, i quali presidiano l’accesso per concorso all’impiego nelle pubbliche amministrazioni, al fine di garantire pari trattamento di valutazione nei confronti di coloro che partecipano alle prove di selezione.

Ancora più importante è il risvolto di un corretto svolgimento delle procedure di concorso rispetto ai principi di efficienza e buon andamento della macchina amministrativa: se si assume con criteri meritocratici, si garantisce ai cittadini di avere servizi e prestazioni pubbliche adeguate.

In sintesi: gli uffici lavorano meglio e più velocemente; i servizi sono offerti ai cittadini con i migliori livelli di qualità possibili.

Non possiamo permetterci di prestare il fianco all’idea che soltanto pochi eletti possano ambire a lavorare nella Pubblica Amministrazione, poiché costituirebbe uno schiaffo in pieno volto nei confronti dei tanti giovani (e non) che, in questo drammatico momento sociale ed economico, sono alla ricerca di un’occupazione e che, troppo spesso, sono costretti a migrare dalla nostra terra verso luoghi che offrono maggiori opportunità lavorative.

Da loro coetaneo, amico e cittadino non posso accettare l’idea che le assunzioni nella Pubblica Amministrazione possano essere gestite come quelle che avvengono all’interno di un’impresa privata.

Questa amministrazione è politicamente e moralmente responsabile di una gestione dei concorsi pubblici che ha sollevato non poche perplessità.

Salice non merita un trattamento simile.

Il valore dell’etica pubblica non può essere barattato in cambio di interessi personali o familiari.

Sento, quindi, di segnalare questa gestione da parte dell’attuale amministrazione comunale al Prefetto, affinché possa visionarecon la necessaria attenzione le questioni sopra esposte.

Inoltre, vista la Programmazione del fabbisogno di personale per il triennio 2021/2023 che prevede per il corrente anno l’assunzione tramite concorso per n.2 istruttori amministrativi e n.1 assistente sociale, ho chiesto alla massima Autorità Governativa sul territorio di vigilare sui prossimi concorsi.

Salice vuole coltivare la speranza di costruire un futuro sereno e giusto, dove non ci potrà mai essere spazio nè per le ingiustizie nè per una gestione personale della cosa pubblica.

Invito tutti coloro che mi leggono a presentarsi in gran numero ai prossimi bandi di concorso e di attenzionare tutte le procedure e gli esiti concorsuali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *