Le tradizione della Vigilia dell’Immacolata in Salento

Sicuramente tradizione tramandate ma anche, un po’ devozione. La Vigilia dell’Immacolata in tutte le case del Salento si rispetta il digiuno, ma solo fino a mezzogiorno quando in tavola si ripete un rito a cui nessuno vuole rinunciare. Il 7 dicembre si pranza ‘solo’ con la puccia, un pane morbido con una crosta croccante, condito rigorosamente con il tonno. In realtà, c’è chi aggiunge i capperi, chi le alici, chi la ricotta forte e i peperoni fritti. Una usanza antica, antichissima che continua ad andare in scena anno dopo anno e che nessuna moda non locale è riuscita ad accantonare.

Le pucce salentine
Total
3
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Gonzalez: «Felice del rinnovo, ora lavoro per ripagare la fiducia della società»

Next Article

Giuliano Sangiorgi in un evento imperdibile alle Grotte di Castellana

Related Posts
Total
3
Share