Emma: «Il nuovo Essere Qui Tour sarà uno show super power ma anche tanto emozionante» – INTERVISTA

Emma Marrone è tornata venerdì 16 novembre con il suo nuovo progetto “Essere Qui Boom Edition”, anticipato con l’uscita di “Mondiale”, il nuovo singolo già in rotazione radiofonica e ai vertici delle classifiche di vendita.

La riedizione di “Essere Qui” contiene, oltre ai brani della Standard Edition “Essere Qui”, quattro nuovi brani, alcuni frutto di nuove collaborazioni (con Colapesce, Matteo Mobrici e Federico Nardelli per ‘Mondiale’, con Diego Mancino e Dario Faini per ‘Incredibile voglia di niente’, con Colapesce, Luca Serpenti e Emilio Lanza per ‘Nucleare’).

Tra confidenze e novità sui suoi prossimi progetti, Emma si è raccontata senza filtri con noi di Salento News.

Ciao Emma. È appena uscito “Essere Qui Boom Edition”, la riedizione dell’album Essere Qui, al quale tu credi molto. La versione deluxe contiene uno speciale magazine interamente ideato e curato da te.

Com’è nata l’idea di mettere nero su bianco i tuoi pensieri e le tue idee?

“Dalla voglia di ampliare dei pensieri e sviscerarli senza filtri per raccontarmi a 360 gradi come non lo avevo mai fatto.

Amo scrivere e amo leggere e mi piaceva l’idea di poter trasferire ai miei fan questa mia passione per stimolarli e per stupirli.”

Credit photo: Toni Thorimbert

Il magazine è diviso in 8 capitoli, ognuno dei quali rappresenta un pezzo di vita per te. Si parla di migranti, omosessualità, social e anche del rapporto con il tuo pubblico e del difficile momento che hai passato un po’ di anni fa a causa di una brutta malattia. È stato difficile metterti a nudo e raccontarti completamente senza filtri?

“A tratti è stato difficile e doloroso ma niente in confronto alla gioia e all’entusiasmo che ho riscoperto nel raccontarmi. Ho parlato di me e delle mie esperienze a modo mio e quindi con grande serenità e con grande piacere. Mi ha fatto bene all’anima questa esperienza.”

Nella rivista hai deciso di allegare, tra le tante foto anche inedite, quella della tua cicatrice. È stato difficile superare quel momento e accettarti, anche se tutto d’un tratto il tuo corpo non è stato più lo stesso?

“È la prima volta che espongo pubblicamente la mia “cicatrice”e sinceramente ne vado orgogliosa, non mi ha dato fastidio l’idea che qualcuno potesse vederla anzi! 

Spero che sia uno stimolo a combattere sempre senza mai mollare la speranza.So bene cosa si prova in determinati momenti e conosco quel tipo di sofferenza e di paura ma non bisogna mai mollare.”

Questa decisione pensiamo sia stata presa anche coscientemente, per tutte quelle persone che hanno difficoltà a superare quei momenti, ma soprattutto per rimarcare l’importanza della prevenzione.

“Assolutamente si!”

All’interno della riedizione c’è anche “Inutile canzone”, l’inedito che vede il tuo ritorno da cantautrice. Come è nata questa canzone?

“Da una storia che mi è stata raccontata e che mi ha colpito molto. È una canzone che parla della realtà dei sentimenti, nuda e cruda. A volta l’amore fa male..non sono sempre rose e fiori. Bisogna essere onesti e ammetterlo a se stessi, è un buon modo per non crollare sotto il peso delle forti emozioni.”

Proprio le scorse settimane “Essere Qui” è stato certificato Disco di Platino da “Fimi” per le più di 50 mila copie vendute. Hai parlato di crisi del Pop, rimarcando come per artisti come te sia difficile ingranare con lo streaming, ormai diventato di fondamentale importanza al giorno d’oggi. Alla luce di questo, quanto è importante per te questo traguardo? Lo hai definito il più importante della tua carriera.

“È un traguardo incredibile! Soprattutto per la tipologia di album che ho tirato fuori. Per me niente è mai scontato e ringrazio di vero cuore chi sostiene la musica! Sono molto soddisfatta del mio percorso e il tempo sono sicura che mi riserverà altre grandi sorprese.”

Passiamo ora al tour in partenza da Bari il 15 febbraio. Stai preparando delle sorprese o è ancora tutto top secret?

“Diciamo che sono in fase di elaborazione di idee. Sarà un show super power ma anche tanto tanto emozionante.”

Bene, ora passiamo a una domanda particolare. Abbiamo chiesto ai tuoi fan quale domanda farti nel caso fossero stati loro a intervistarti. Abbiamo scelto la più interessante. Quale è la sensazione che si ha a fine concerto, quando si voltano le spalle ad un pubblico meraviglioso e una serata piena di emozioni forti? (Giusi – Profilo Instagram: @giusigiutarist99)

“Ammazza che domandona. Appena scendo dal palco mi sento svuotata..perchè do tutto di me al mio pubblico..e poi avverto un senso di vuoto e di solitudine..perchè dopo due ore di show davanti a così tante persone che urlano e cantano insieme a te, il silenzio subito dopo diventa quasi assordante. Una sensazione strana..piacevole e difficile da spiegare.”

In relazione ai recenti e bruttissimi fatti di cronaca (la tragedia di Corinaldo), e considerando che anche il tuo pubblico è composto per una buona percentuale da giovani adolescenti, vorresti dirci cosa ne pensi di ciò che si sta dicendo in questi giorni? C’è chi addirittura dà la colpa al cantante per ciò che scrive nei suoi testi che, secondo alcuni, istigherebbero alla violenza e a comportamenti inadeguati. Pensi che tutto ciò sia giusto?

“Si sono dette e si dicono molte cose. Io vado controcorrente, resto in silenzio per rispetto delle vittime e del dolore infinito delle loro famiglie. È un tragedia incedibile e non merita parole dette a caso.”

Partirà invece dal 15 febbraio il nuovo tour “Essere Qui – Exit Edition 2019” che porterà EMMA a girare l’Italia nei migliori palasport.

Ecco le date:

15 FEBBRAIO PalaFlorio BARI

16 FEBBRAIO PalaCalafiore REGGIO CALABRIA

18 FEBBRAIO Palasele EBOLI (SA)

20 FEBBRAIO Modigliani Forum LIVORNO

22 FEBBRAIO Palaprometeo Ancona

23 FEBBRAIO Unipol Arena BOLOGNA

26 FEBBRAIO Mediolanum Forum MILANO

27 FEBBRAIO PalaGeorge Montichiari (BS)

01 MARZO PalaLottomatica ROMA

Acquista subito il tuo biglietto su www.ticketone.it/emma e su F&P Group.

Un pensiero riguardo “Emma: «Il nuovo Essere Qui Tour sarà uno show super power ma anche tanto emozionante» – INTERVISTA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *