Green Pass obbligatorio dal 6 agosto: dove servirà e come ottenerlo

A partire da venerdì 6 agosto entrerà ufficialmente in vigore l’obbligo di esibire il Green Pass per poter accedere alla vita sociale. La certificazione verde si potrà ottenere se risultati negativi a un test molecolare o antigenico rapido effettuato nelle ultime 48 ore, essere guariti dal Covid negli ultimi sei mesi oppure, ovviamente, aver completato il ciclo vaccinale (in questo caso il “Green pass” sarà valido 9 mesi). Questo è quanto stabilisce il decreto legge del 23 luglio 2021, deciso dal Consiglio dei ministri del 22 luglio.

Green Pass – Certificazione Verde

Ma dove servirà?

Il green pass servirà per pranzare o cenare nei ristoranti al chiuso, per frequentare le palestreper assistere a spettacoli all’aperto, per l’ingresso nei centri termali, piscine, fiere, congressi e concorsi. Il green pass sarà obbligatorio anche per entrare allo stadio, dove la capienza sarà al 30% della capacità totale. Le discoteche per il momento resteranno chiuse. Non servirà, invece, per andare in spiaggia, per chiese e luoghi di culto dove si officiano riti religiosi. Ancora incerto se il green pass servirà sui mezzi pubblici e nei luoghi di lavoro. Su questo il Consiglio dei ministri deve ancora decidere.

Ci saranno Green pass falsi?

Sarà disponibile sempre dal 6 agosto la nuova app “VerificaC19“, sviluppata dal ministero della Salute per controllare la validità dei Green Pass. In che modo? Chi verifica richiede la certificazione all’Interessato, il quale mostra il relativo QR Code (in formato digitale oppure cartaceo). Basta inquadrare il Qr Code sulla certificazione digitale per ottenere in risposta una spunta verde in caso affermativo o un segnale di divieto rosso nel caso in cui il pass non sia più valido, come quando un tampone è stato effettuato più di 48 ore prima del controllo.

Le multe per i trasgressori saranno salate: vanno da 400 a 1000 euro sia a carico dell’esercente sia del cliente. E in caso di violazione reiterata per tre volte in tre giorni diversi, «l’esercizio potrebbe essere chiuso da 1 a 10 giorni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *