La cantante si racconta su “F“, dopo il ritorno della malattia qualche settimana fa a dieci anni di distanza dalla prima volta.

“Ho un gran culo perché dopo un mese ero già a presentare il mio disco. Mentre ci sono ragazzine che hanno combattuto il triplo di me e adesso sono sottoterra”: 10 anni fa un tumore all’utero, recentemente la malattia le ha fatto visita di nuovo ma Emma Marrone l’ha affrontata ancora con grinta ed è tornata sulle scene con un nuovo disco, Fortuna, che ha debuttato subito al primo posto in classifica. Intervistata dal settimanale F, nel numero in edicola da domani, mercoledì 27 novembre, la cantante replica così quando le viene chiesto se sia pronta a metter su una famiglia tutta sua: “Non lo so […] Credo però che una donna sia donna anche senza bisogno di procreare. Ci sono tanti modo di essere madre, io sono materna quando mi accollo gli amici a mangiare e preparo per tutti […] Poi magari domani scappo in America con uno, mi sposo a Las Vegas e torno con tre figli adottati. Tutto può succedere”.

Emma svela poi la reazione della mamma quando ha scoperto che il male della figlia era tornato a bussare alla sua porta: “Niente, è bastato guardarci. Per la prima volta ho visto mia mamma piccola, veramente piccola […] Quello che le ho detto, con lo sguardo, è stato: ‘Basta, smettila, non può dipendere tutto da te. Una mamma non vuole vedere sua figlia in quelle condizioni in un ospedale, lo capisco e lo accetto, ma non puoi pensare che sia colpa tua. Mi hai dato la vita… mica hai messo al mondo una figlia rotta”.

La cantante è tornata subito in forma, ma confida: “Ho un gran culo perché dopo un mese ero già a presentare il mio disco. Mentre ci sono ragazzine che hanno combattuto il triplo di me e adesso sono sottoterra”.

Ecco la copertina di “F”, in edicola da domani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *