Emma Marrone sta vivendo delle ore particolarmente complicate, a causa della valanga di insulti, anche sessisti, nei suoi confronti dopo le dichiarazioni sui migranti.

Dopo la piccata risposta di Emma, che dal suo palco ribadisce:

“A trentacinque anni, sono una cittadina italiana, esiste la libertà di pensiero e di parola e continuerò a dire quello che penso

anche artisti, colleghi e politici hanno espresso la propria solidarietà alla cantante, esponendosi a favore di Emma.

Tra questi, primo tra tutti il messaggio dell’amico e collega Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro, che scrive:

“A mia figlia non racconterò mai di quando un consigliere comunale del nostro Paese ha scritto a una donna “apri le cosce e fatti pagare!” solo per aver espresso la sua libera e insindacabile opinione.

Quando sarà grande per capire, avremo capito anche noi e ci saremo vergognati… tutti!!!

Aprite i cervelli!”

ma anche quello di Francesco Facchinetti, che scrive:

Chiedo scusa ai miei figli e a tutti i ragazzi che stanno crescendo in un mondo di merda e che noi non siamo riusciti a raddrizzare. Che tristezza!

Ancora, anche la cantante Giorgia, che scrive:

“ma come siamo ridotti? forza Emma”

e i Sud Sound System, che scrivono:

Emma noscia nu se tocca!

Questa nazione sta degenerando: perdita di valori, di umanità e di amore!

Continua così beddhra carusa!

Solidarietà anche dal mondo politico, con i commenti di Dario Stefàno, senatore del Partito Democratico, Simona Bonafè, parlamentare europea e segretaria del PD Toscana, e Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia, che scrive:

“La #Lega espelle il consigliere comunale Galli per gli insulti rivolti a #EmmaMarrone. Molto bene! Il sessismo è una grave discriminazione e chi insulta le donne non può rappresentare i cittadini. La politica per prima deve dare il buon esempio”

Anche Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio e candidato alla guida del Pd, che commenta:

Le parole indegne contro #EmmaMarrone sono il simbolo di un’Italia carica di rabbia e odio, di un Paese più debole. Noi lottiamo e lotteremo sempre contro il sessismo e contro questa politica machista. Per un’Italia più aperta, più giusta e quindi più forte.

Non manca neanche il sostegno dei tanti fan della cantante, ma anche di persone che semplicemente sono vicine ad Emma: è entrato in tendenza Twitter tra i trending topic, infatti, l’hashtag #ioStoConEmma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *