Considero il mio passato la mia fortuna: mi ha dato la possibilità di vedere la vita cruda fin dall’inizio e non l’ho subìta”: la cantante Elodie è cresciuta nel quartiere Quartaccio, a Roma, tra diverse responsabilità addosso già in età giovane, senza acqua calda in casa e con la “condanna” di vivere la tossicodipendenza dei genitori: a 19 anni, però, da quella casa è scappata “perché la situazione era veramente tosta e non sapevo più come gestirla”.

Elodie

Lo ha raccontato lei in un’intervista molto intima al Corriere della Sera (qui l’intervista completa):

Tossicodipendenza. l’ho capito dopo un po’ ma non ho reagito arrabbiandomi, anche se poi ho avuto dentro di me tanta rabbia per parecchio tempo. Ho detto vabbè vi do una mano, cerco di capire come aiutare. Non mi va di addossare colpe a loro, ma sono stata anni a tentare di sistemare una cosa che non è sistemabile, non da una ragazzina. Erano persone che stavano molto male”.

A 12 anni, racconta Elodie, “mi facevo le canne tutto il giorno”. Mentre a 15 anni “bevevo anche, uscivo e tornavo alle 7 del mattino”.

A 19 anni però la cantante salentina d’adozione ha avuto il coraggio di andare via da quel quartiere, di allontanarsi da tutto ciò che la rendevano irrequieta.

Il rimpianto più grande è quello di non aver mai preso il diploma. Ha frequentato il liceo fino al quinto anno, poi qualche mese prima dell’esame di stato ha deciso di ritirarsi:

“Ti senti sporco, questa è la verità. È un contesto che rischia di inghiottirti. Non studiamo, a nessuno gliene frega niente. Io ho la terza media e per dirlo ci ho messo anni: mi vergognavo come una ladra. Rimpiango moltissimo il fatto di essere ignorante. Mi fa sentire a disagio, anche perché sono stata vigliacca: ho fatto il liceo fino al quinto anno, senza mai essere bocciata. Arrivata a maggio, mi sono ritirata. Non mi sentivo all’altezza di fare l’esame. Certo, allora mica l’ho detto così, ho fatto la coatta: mi ero inventata una storia del tipo che non avevo bisogno che qualcuno mi giudicasse, che mi dicesse se fossi pronta o meno. Ma avevo solo paura del fallimento, una cosa che mi ha accompagnata a lungo”.

La cosa importante è che non rinnega il suo passato, anzi, lo guarda con distacco e, nonostante le abbia fatto tanto male e l’abbia fatta crescere così in fretta, si dice fortunata: “Non mi sento tormentata e sono piuttosto lucida riguardo a quello che è stato. Considero il mio passato la mia fortuna, ha concluso la cantante.

Oggi Elodie è una cantante affermata ed appagata della sua vita. Ha un pubblico che la ama, un uomo che le sta accanto oramai da più di un anno (Marracash, ndr) e delle amiche sempre pronte a sostenerla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *