Coronavirus, dal 26 aprile l’Italia riapre. Ecco come

È stato presentato alla stampa nel corso della giornata di ieri, 16 aprile, il nuovo Decreto che si appresta ad essere varato, nel quale sono contenute le norme che consentiranno all’Italia di “riaprire” e timidamente ripartire.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi, affiancato dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, hanno illustrato il cronoprogramma delle riaperture, che avverranno a partire dal 26 aprile.

Coronavirus

Dalle scuole in presenza alla possibilità di andare al ristorante all’aperto, fino alle palestre e al pass che il governo si appresta a varare. In attesa del varo del nuovo decreto, ecco un elenco di domande e risposte, circa quello che si dovrebbe poter tornare a fare già dal prossimo 26 aprile.

Ci sarà ancora il coprifuoco?

Sì, il coprifuoco resta dalle 22 alle 5 del mattino successivo.

È vero che ci si potrà spostare grazie a un pass?

Sì, con il nuovo decreto si istituirà un pass, che sarà una sorta di lasciapassare per poter tornare a viaggiare. Il pass dovrà attestare una delle seguenti condizioni: avvenuta vaccinazione, esecuzione di un test Covid negativo o l’avvenuta guarigione dal Covid. Chi ottiene il pass si può spostare liberamente in tutto il territorio nazionale e accedere a determinati eventi riservati ai soggetti che sono in possesso del pass.

Sono consentiti i concerti?

Sì, sono consentiti i concerti all’aperto in zona gialla dal 1° maggio, ma con limiti di capienza in relazione ai luoghi dove si svolgeranno, fino a un massimo di mille spettatori all’aperto e 500 al chiuso e con la mascherina Ffp2.

Si può andare al cinema?

Sì, in zona gialla dal 26 aprile è consentito andare al cinema.

Potrò andare al ristorante?

Sì, dipende. Nelle zone gialle dal 26 aprile si potrà pranzare o cenare solo nei luoghi di ristorazione con tavoli all’aperto. Dal 1° giugno, invece, si potrà mangiare anche nei ristoranti con tavoli al chiuso, ma solo a pranzo. Invece nelle zone arancioni e rosse sarà mantenuta la possibilità di asporto e consegna a domicilio.

La scuola sarà in presenza?

Sì, sarà in presenza per le scuole di ogni ordine e grado nelle zone gialle e arancioni. In zona rossa, invece, le lezioni saranno in presenza fino alla terza media, mentre alle superiori l’attività si svolgerà in modalità alternata (50% DAD, 50% presenza).

Posso tornare allo stadio?

Sì, in zona gialla da sabato 1° maggio sarà consentito l’accesso del pubblico negli stadi fino a un massimo di mille spettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *