Al Lecce manca la fame: finisce in parità il match contro la Cremonese al Via del Mare

La cronaca del match Lecce – Cremonese, valevole per l’8° giornata di campionato di Serie A

Cremonese Lecce sfidano per l’8° giornata di Campionato di Serie A: una sfida salvezza che si disputa in un Via del Mare gremito di tifosi (23.377 spettatori totali). Per questa domenica di campionato mister Baroni opta per il classico 4-3-3, con un tridente in attacco che parte da Banda-Colombo-Strefezza. Un 4-2-3-1, invece, per la Cremonese di Alvini, che propone la difesa a quattro e ridisegna il centrocampo con Pickel-Castagnetti-Ascacibar.

Primi minuti di studio per entrambe le squadre, il Lecce di Baroni cerca più volte Strefezza sulla corsia di destra. Errore fatale che costa caro al Lecce al 18′: Okereke supera in velocità Falcone che lo aggancia e Marinelli indica il dischetto: Ciofani con molta facilità la insacca dentro. 1-0 per gli ospiti al Via del Mare. I giallorossi arrancano e non riescono a trovare la quadra in campo, troppa confusione che regna sovrana. Al 40′ Gendrey sfonda in area, Okereke in copertura lo travolge e Marinelli assegna il rigore: tocca a Strefezza, che non sbaglia dagli 11 metri e travolge Radu: torna l’equilibrio al Via del Mare. Solo un minuto di recupero porta le squadre negli spogliatoi: Lecce e Cremonese si sfidano a viso aperto e i giallorossi timidamente acquistano fiducia negli ultimi minuti del primo tempo.

Gabriel Strefezza dopo il goal contro la Cremonese –
Foto Anza e Marco Lezzi per U.S. Lecce

Rientro sul terreno di gioco con un cambio per il Lecce: dopo una pessima prestazione esce Colombo, apparso ancora troppo acerbo, entra Assan Ceesay. I giallorossi falliscono il goal del vantaggio al 57′ con Ceesay che, invece di tirare in porta, sceglie di passarla al compagno. Al 60′ cambio forzato per il Lecce: problemi per Gallo, che obbliga all’entrata di Pezzella, catapultato in campo senza riscaldamento. Doppio cambio al 69′ per i salentini con Baroni che rivoluziona il centrocampo: escono Gonzalez e Askildsen, entrano Bistrović e Blin.

Il match entra in una fase di perfetto equilibrio: pochi tiri sia da una parte che dall’altra. I giallorossi perdono l’intensità che sembrava essere stata acquisita durante la seconda frazione di gioco. Al 72′ Okereke piazza il destro a colpo sicuro, ma Falcone fa il miracolo che salva la squadra dal vantaggio degli ospiti. Ultimo cambio per i giallorossi al 38′: esce Gabriel Strefezza, autore del goal del pareggio, entra Federico Di Francesco.

Nemmeno quattro di recupero bastano al Lecce per andare in vantaggio e vincerla: è mancata la fame e la giusta grinta, oltre ad un’obiettiva confusione in campo. Finisce 1-1 al Via del Mare, un punto ciascuno che porta i giallorossi a pari punti con Salernitana, Empoli e Monza, che vince contro la Sampdoria.

Total
21
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Giornata della memoria e dell’accoglienza: appuntamento a Lecce il 3 ottobre con Amnesty International

Next Article

Baschirotto al termine del match: “Cerco di ripagare la fiducia con le prestazioni”

Related Posts
Total
21
Share