“Hamilton” è il simbolo della rinascita nel nuovo singolo del cantautore pugliese MaLaVoglia

Il pluricampione di Formula 1 Lewis Hamilton (favorito per la vittoria anche in questa stagione) ispira il cantautore MaLaVoglia, al secolo Gianluca Giagnorio, che vede nel suo “correre veloce” la possibilità di ricominciare a vivere.

Foto Ufficio Stampa

Ci sono legami indissolubili – ci spiega MaLaVogliacome Hamilton e la sua prima McLaren, il Napoli e Maradona, il Louvre e la Gioconda, Roma e il Colosseo. Hamilton è un inno all’amore. Quello che ho ritrovato dentro di me dopo questo anno di lockdown infinito. Hamilton rappresenta la rinascita, la voglia di ricominciare a correre e andare, forte, veloce. Il lockdown, nella sua tragicità, mi ha fatto un regalo bellissimo: il tempo. Ho sentito la necessità di capire realmente cosa volessi raccontare con la mia musica”.

Protagonisti del video insieme a MaLaVoglia l’attrice e modella Flavia Lo Cascio e i bambini Artemisia e Matteo. Link video “Hamilton”: https://youtu.be/aDxHtazKn3c

Foto Ufficio Stampa

La simbiosi tra pilota e vettura diviene metafora esistenziale: “Faccio un po’ come Hamilton e non mi voglio fermare con te vado veloce mi sembra di volare” racconta il testo, un inno alla vita che tocca intimamente ognuno di noi “Per tutti quei cuori ricuciti che aspettano soltanto una nuova scintilla per ritornare a battere più forte di prima”.Hamilton” esce in radio e sui digital store dal 19 maggio.

Il testo

Tu che negli occhi hai il cielo

Io che non credevo

che mi sarei innamorato ancora 

Parole e sesso sotto le lenzuola.

Abbiam raccolto i pezzi

Di due vite da buttare

E ci credevano due pazzi

Quando c’han visto ballare.

e ora conosco a memoria le tue curve più belle

ed ogni volta mi faccio un viaggio sulla tua pelle.

E mi sento un po’ Hamilton

Sul rettilineo finale, come se avessi vinto un altro mondiale.

Faccio un po’ come Hamilton

E non mi voglio fermare con te vado veloce mi sembra di volare

Tu che quando mi guardi

quando inizio a suonare

ti mordi le labbra

e poi mi vieni a spogliare.

E non esiste distanza

Che ci tenga lontani

L’amore è dentro una stanza

Che teniamo nascosta ed abbiamo le chiavi.

Le tue mani sul petto, tu che guardi le stelle.

Sai, mi sballa l’effetto di annusarti la pelle.

E io mi sento un po’ Hamilton

Sul rettilineo finale, come se avessi vinto un altro mondiale.

Faccio un po’ come Hamilton

Che non si vuole fermare con te vado veloce mi sembra di volare.

Tu con le tue trecce da rifare,

Le tue gambe come strade

Che mi porteranno al mare.

E mi sento un po’ Hamilton

Sul rettilineo finale, non posso più fare a meno di te, tu sei la mia Mc Laren.

E io mi sento un po’ Hamilton

E non mi voglio fermare con te vado veloce c’è un mondo da doppiare

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *