Emma è da poco più di una settimana in California, più precisamente a Los Angeles, per quella che sembrava una vacanza per staccare un po’ la spina dopo i tantissimi impegni che l’hanno vista protagonista, invece questo viaggio si è rilevato non solo come un po’ di riposo, ma anche e sopratutto per creare nuova musica.

La cantante ha infatti pubblicato sui suoi social tanti indizi non troppo velati sul fatto che la stessa stia lavorando ad un nuovo progetto discografico, dedicandosi anima e corpo, anche nella scrittura delle prossime canzoni, che vedrebbero il ritorno di Emma come cantautrice.

Ma la vera notizia “bomba” è un’altra: per creare nuova musica, Emma si sta avvalendo di uno studio di registrazione d’eccezione, cioè quello di Vasco Rossi a Los Angeles, lo Speakeasy Studio. È proprio qui che il rocker italiano ha registrato alcuni suoi album, come “Stupido Hotel“, “Vivere o niente” e “Sono innocente“. Certamente sarà stato lui a consentire a Emma di poterlo utilizzare per il suo prossimo progetto discografico, considerando anche che ha più volte detto di stimarla molto.

Ad accompagnare Emma in studio c’è Marco Sonzini, 34enne ingegnere del suono, che lavora proprio tra lo Speakeasy Studio e gli Henson Recording Studios, questi ultimi frequentati da artisti del calibro dei Rolling Stones, U2, Daft Punk, Pearl Jam, ma anche Shakira, Lady Gaga e Justin Timberlake. Negli ultimi anni, oltre a collaborare con lo stesso Vasco Rossi, Sonzini ha lavorato anche Eros Ramazzotti e Tiziano Ferro.

Un’altra novità potrebbe coinvolgere anche Sir Bob Cornelius Rifo, conosciuto più semplicemente come ideatore e frontman del progetto The Bloody Beetroots, attivo dalla metà degli anni Duemila, tra i nomi di punta della scena electro house e dance punk italiana. Quest’ultimo è, infatti, apparso nelle ultime ore in un selfie con la cantante sul profilo social di lei.

Chissà cosa starà preparando la cantante… ci sono ancora poche certezze, se non che Emma l’anno prossimo festeggerà i suoi primi 10 anni di carriera. Non si sa ancora se tornerà con un disco completamente di inediti (come ha fatto la collega Alessandra Amoroso con “10 io”, uscito lo scorso ottobre), oppure con un disco con i successi più grandi del decennale, contornato con alcuni inediti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *