A pochi giorni dal discorso all’Onu, la voce di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese, è forte e chiara. E anche giovani ragazzi di ogni parte del mondo seguono la 16enne nella battaglia contro il cambiamento climatico.

Domani 27 settembre la protesta continua con il terzo sciopero globale per il futuro. E anche a Lecce, la comunità studentesca si unisce attivamente allo sciopero: appuntamento a Porta Napoli, alle ore 9:00. I ragazzi scenderanno, quindi, in piazza per un cambiamento concreto, chiedendo alla politica di tutto il mondo una conversione ecologica per contrastare i cambiamenti climatici: tra le richieste, l’adesione agli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, con la riduzione delle emissioni di CO2. A promuovere la manifestazione nel capoluogo salentino è il gruppo locale Fridays for Future Lecce. Anche l’Università del Salento aderisce formalmente allo sciopero, sospendendo tutte le lezioni della mattinata di domani, 27 settembre, per permettere ai tanti giovani di aderire allo sciopero promosso dalla giovane 16enne Greta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *