È quello che Alessandra Amoroso ha realizzato ieri a Roma, dove il suo pubblico ha avuto a disposizione tutti i 310.000 mq del Parco Cinecittà World.

Il Parco è stato, per l’occasione, personalizzato con contenuti legati alle canzoni e ai dischi della cantante usciti fino ad oggi: da Amore Puro a Vivere a Colori, Senza Nuvole, Il Mondo in un secondo, Stupida e, infine, il recente 10. La cantante salentina ha anche preso parte ad alcune delle attività proposte nel corso della calda giornata come il dj set a bordo piscina e la lezione di Zumba. Ma si è concessa anche il giro su alcune attrazioni, accendendo ancor di più l’entusiasmo dei presenti.

La cantante ha anche risposto ad alcune domande rivolteli dai giornalisti presenti al Raduno, parlando della sua carriera, degli haters e ha manifestato la sua simpatia per la Capitana Carola Rackete, la comandante di Sea Watch. La definisce una “vera guerriera”. “Da terrona quale sono“, dichiara Alessandra Amoroso, “mi ha fatto male leggere i commenti pesanti che le sono stati rivolti. La gente sembra mettersi sempre meno nei panni degli altri, specie di chi è disperato”.

A concludere l’evento in serata, prima dei fuochi pirotecnici, un concerto speciale con spazio sul palco per le associazioni alle quali sono stati devoluti gli 80 mila euro raccolti nell’ultimo anno dalla Big Family Onlus.

Per Alessandra, il futuro più imminente è rappresentato da un periodo di riposo all’insegna della famiglia e degli affetti più cari, per poi tornare più carica di sempre al lavoro per un nuovo disco di inediti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *