Progetto Nati per leggere: nuovo presidio alla biblioteca OgniBene di Lecce

Biblioteca Ognibene – Lecce

Un libro per ogni nuovo nato leccese

Un libro in regalo a ogni neonato di Lecce, che potrà essere ritirato alla biblioteca OgniBene, che diventa presidio in città del progetto Nati per Leggere. L’adesione è stata deliberata dalla giunta comunale nell’ultima seduta e la consegna ai nati nel 2022, per questa prima edizione, avverrà all’inizio di dicembre. 

Nati per Leggere è un programma nazionale di promozione della lettura attivo dal 1999 e rivolto alle famiglie con bambini in età prescolare, promosso dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal CSB – Centro per la Salute del Bambino Onlus.

Letture in biblioteca – Progetto Nati per Leggere

La biblioteca civica OgniBene, inaugurata il 20 marzo di quest’anno, è uno spazio di comunità e di cittadinanza che si fonda su un concetto innovativo di biblioteca non come semplice luogo di consultazione e di prestito, ma come luogo di aggregazione, di socialità, di incontro intergenerazionale e di lotta alle povertà educative e alle disuguaglianze. Per questo si configura come luogo ideale e privilegiato dove istituire il primo presidio Nati per Leggere di Lecce.

Tante le attività e le iniziative che rientrano nel progetto, a partire, come detto, dall’istituzione del dono del libro ai nuovi nati: tutti i bambini nati nel Comune di Lecce riceveranno in dono un libro della selezione Nati per Leggere acquistato dal Comune e consegnato in biblioteca preferibilmente durante la settimana nazionale Nati per Leggere, che si svolge ogni anno nella seconda metà di novembre. Poi, saranno realizzati incontri con famiglie in attesa e neogenitori per illustrare i benefici della lettura ad alta voce, i libri a disposizione in biblioteca e le tipologie di volumi più adatte ai loro bambini; saranno organizzati appuntamenti di lettura specificatamente rivolti alla fascia di età fino ai 3 anni, sarà ampliata la dotazione libraria della biblioteca con l’inserimento dei libri in altre lingue selezionati nell’ambito del progetto NpL “Mamma Lingua”, per far scoprire ai bambini italiani che esistono lingue differenti dalla propria affinché si sentano cittadini del mondo e, al tempo stesso, un’opportunità per valorizzare la lingua madre dei bambini con genitori stranieri.

«L’Amministrazione comunale – dichiara l’assessora alla Cultura Fabiana Cicirillo ha fra i suoi obiettivi di mandato avvicinare sempre più cittadini ai libri e alla lettura. A questo scopo sono nate le nostre due biblioteche civiche, in questa direzione va l’adesione al progetto Nati per Leggere e l’istituzione del presidio alla biblioteca OgniBene. Se vogliamo, infatti, avviare un’inversione di tendenza rispetto agli indici di lettura che danno la Puglia in coda alle classifiche, dobbiamo lavorare soprattutto sui bambini, a partire proprio dalla nascita, visto che tutte le ricerche fatte sulla materia illustrano notevoli benefici, per esempio, legati alla lettura dei libri e delle storie a voce alta nello sviluppo cognitivo dei bambini».

Total
40
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Domani Lecce-Atalanta

Next Article

Baroni alla vigilia contro l’Atalanta: “Questa gara uno stimolo, serve attenzione e timore”

Related Posts
Total
40
Share