Lecce, Blin: «Mia figlia sarà per sempre leccese»

Il centrocampista Alexis Blin, centrocampista del Lecce, è intervenuto in conferenza presso la sala stampa dello stadio Via del Mare. Ecco le sue dichiarazioni:

“Sensazioni strane dopo il K.O. di Verona. La partita è stata difficile da giocare perché per loro era molto importante, come lo era per noi. Nel primo tempo potevamo sbloccarla, queste gare si giocano su alcuni episodi. Subito una rete ingenua, bisogna essere più concentrati. Sono contento di essere diventato un punto di riferimento del centrocampo del Lecce anche se all’inizio non è stato assolutamente semplice. Ora sto giocando, ma nel calcio non bisogna mai accontentarsi. Serve lavorare duro per rimanere tra i titolari”.

Un bilancio del girone d’andata del Lecce: “Penso che nelle prime dieci partite meritavamo molto di più. Poi, però, nelle successive sei gare siamo stati davvero all’altezza della situazione. Mancano 19 partite, bisogna rimanere così con la stessa voglia e determinazione per fare almeno 20 punti”.

La rassicurazione: “Sono uscito anzitempo a Verona ma preso solo una botta al ginocchio, niente di più”.

Sono arrivato nel momento giusto, Strefezza ha fatto un bel passaggio, ma ho mancato un po’ di forza. La prossima volta proverò a fare meglio”.

A livello fisico come sta? Posso tornare sul campo già a breve, sono a disposizione della squadra in vista di venerdì”. Sul rapporto con la città e i suoi tifosi: Io do sempre tutto per le squadre nelle quali milito, i tifosi qui a Lecce vogliono una squadra che va forte. Do il massimo per dare soddisfazioni alla nostra gente, così come tutti i miei compagni. A me non piace perdere. Sono diventato padre dopo la gara contro la Juve, quando torno a casa vedo la mia bimba e mi torna il sorriso. Approfitto ancora di più della vita dopo questa nascita, sono contento che mia figlia sia nata a Lecce e sarà per sempre leccese”.

Alexis Blin in conferenza stampa
Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Il mercato delle idee - Aleksandar Dragović

Next Article

Negramaro, pronti i festeggiamenti per i 20 anni di carriera

Related Posts
Total
1
Share