Il mesagnese Mattia Saracino esordisce come attore in “Qui non è Hollywood”, la serie tv sul delitto di Avetrana

Mattia Saracino classe ‘98 esordisce per la sua prima volta come attore nella serie Tv Disney + “Qui non è Hollywood”. 

Sono iniziate in Puglia le riprese di Avetrana – Qui non è Hollywood, la nuova serie tv italiana diretta da Pippo Mezzapesa, il regista del film attualmente in sala “Ti Mangio il Cuore” con Elodie protagonista (leggi qui), basata sul delitto di Avetrana che ha avuto un enorme impatto mediatico in tutto il Paese. Disney+ ha dato la notizia ufficiale.

La serie sarà composta da quattro episodi di 80 minuti che racconteranno la storia dell’omicidio di Sarah Scazzi dal punto di vista di tutti i personaggi coinvolti: Sarah, Sabrina, Michele e Cosima. Un racconto a più voci per provare a ricostruire l’accaduto e comprendere meglio uno dei casi di cronaca nera italiana più famosi e intricati di sempre.

Il regista Pippo Mezzapesa

Il regista ha scritto anche la sceneggiatura insieme ad Antonella Gaeta e Davide Serino con la collaborazione di Flavia Piccinni e Carmine Gazzanni. La serie è prodotta da Groenlandia e sarà visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick.

Il Regista Pippo Mezzapesa e la casting director Valentina del Carmine hanno dato opportunità di far esordire come attore anche il Mesagnese Mattia Saracino che coltiva da anni questo sogno di diventare attore e intervistandolo lo abbiamo trovato particolarmente emozionato dicendoci “Sono onorato di esordire come attore in una serie tv peraltro di un caso che ha fatto ahimè molto clamore in tutto il territorio pugliese finalmente corono il mio sogno da attore e su questo oltre che ringraziare me stesso per tutti i sacrifici fatti ringrazio anche i miei genitori che in questi anni mi sono sempre stati vicini .. e questo è solo un punto di partenza”.

I dettagli di Avetrana – Qui non è Hollywood

È il 26 agosto 2010 quando ad Avetrana, un piccolo paese ai margini del Salento vacanziero, una ragazzina esce di casa per non farne più ritorno. Il suo nome è Sarah Scazzi, ha 15 anni. Tutto il paese è in subbuglio, in particolare la cugina Sabrina, spigliata estetista che nella sua casa di via Deledda, proprio quel pomeriggio, l’aspetta per andare al mare. Ma mentre tutti la cercano, Sarah è già stata inghiottita nel nulla, sepolta in fondo a un pozzo dove verrà ritrovata dopo quarantadue giorni dalla sua scomparsa, in quello che diventerà a tutti gli effetti un reality show dell’orrore tra intimi segreti e rancori taciuti.

Total
3
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Il fenomeno del web Mandrake diventa un fumetto: oggi alla Mondadori di Lecce presenta “Imbarazzi”

Next Article

Viabilità nei pressi del Via del Mare, da domani il nuovo piano per evitare i disagi 

Related Posts
Total
3
Share