Il Lecce presenta Di Francesco: «Una piazza così è un grande stimolo»

E’ stato presentato alla stampa il nuovo arrivato nel Lecce, l’attaccante Federico Di Francesco

Si è tenuta questa mattina presso lo stadio Via del Mare di Lecce la conferenza stampa di presentazione dell’attaccante Federico Di Francesco.

A rompere il ghiaccio come sempre il Direttore Corvino: “Oggi non siamo di fronte ad un angale, ma per certi ruoli esserlo non è la cosa migliore. Federico rappresenta un calciatore veloce. Lo conoscete tutti, ha un curriculum importante, ha giocato quasi 150 partite in A. L’ultimo campionato è stato molto importante, ha realizzato 5 gol e diversi assist in una squadra di provincia. Era un nostro obiettivo iniziale, è stata una trattativa lunga che si è sbloccata perchè si sono incastrate determinate situazioni in uscita”.

Pantaleo Corvino, Stefano Trinchera insieme all’attaccante Federico Di Francesco – Foto Salentonews

Parola a Federico Di Francesco: “Voglio ringraziare tutti per l’accoglienza, anche i tifosi leccesi che mi hanno scritto durante la trattativa. Una piazza così è un grande stimolo, mio padre mi ha parlato solo bene di Lecce nonostante l’esperienza sportivamente negativa. Spesso venivamo in vacanza qui e molto spesso ho detto a mia moglie che sarei voluto venire qui. La mia ambizione è stare in Serie A 3 anni col Lecce. L’Inter? La cosa che fa impressione è la fisicità, mi è capitato di giocarci contro. Ci pareggiai in casa col Bologna. Son partite in cui parti sfavorito ma hai carica e voglia di dimostrare. Sono un giocatore esperto ma io penso che per un calciatore all’esordio in A cambi poco. Avere voglia è fondamentale e ci si abitua con le presenze. Ad esempio Hjulmand mi ha sorpreso per leadership. Meccariello e Mancosu mi hanno detto di venire subito, è una città meravigliosa. Per fortuna la trattativa si è risolta il prima possibile.

E ancora: Sarà un campionato difficile, la A è un campionato duro. Quello che dobbiamo avere a mente è che è un campionato lungo e bisogna avere equilibrio. Alle volte ti salvi perdendo la metà delle partite, bisogna essere equilibrati. Speriamo il campo parli per noi. Spero di poter aiutare la squadra”.

Total
6
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Alessandra Amoroso, la magia del primo San Siro sbarca su Canale 5

Next Article

Corvino: «Sono stanco dei disfattisti. Ora parlo ai veri tifosi che per 90 minuti incitano la squadra»

Related Posts
Total
6
Share