Fabio Milella: “La musica per me è tutto, mi ha salvato da tanti momenti bui”

Il musicista e cantautore pugliese Fabio Milella torna con il video di un brano fortemente introspettivo, “TI HO MENTITO PER ANNI”, singolo estratto dal suo ultimo album “IN BILICO SULLE NOSTRE EMOZIONI”, disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download.

«“Ti ho mentito per anni” è un brano potente, è la storia di un amore vissuto intensamente ma finito tra urla, silenzi e fiumi di parole, e della felicità di ritrovarsi – afferma il cantautore – È il racconto di un amore profondo e difficile tra due persone molto complicate che si rincontrano dopo anni, ma che non riescono più a guardarsi negli occhi, in un misto tra verità e bugie necessarie per continuare a vivere».

Foto Ufficio Stampa

Abbiamo incontrato il cantautore pugliese che ci ha raccontato il nuovo brano e i suoi prossimi progetti.

Da qualche giorno è uscito il tuo singolo “Ti ho mentito per anni”. Dal titolo già si evince che è un brano forte e sicuramente si parla di una storia intensa forse anche complicata, cosa racconta in questo brano?

Racconto una storia che ho vissuto, una bella storia d’amore che non è stata ben compresa da me e dalla persone che avevo di fronte. L’ispirazione è venuta da un film del quale non ricordo il titolo, ma mi è rimasto impresso. Una storia molto complicata, da questo film mi è venuta l’idea di scrivere questo brano, un inno all’amore anche se a volte finisce male poi nella parte finale c’è la speranza di rincontrare una persona, di riuscire a spiegare che certe cose si capiscono anche dopo”.

Ritorniamo alle origini: quando è iniziato il suo percorso artistico?

Molto presto, perché nel salone di casa c’era mio padre che aveva sempre avuto la passione per la musica. Avevamo questo pianoforte molto antico, da lì ho avuto sempre la passione di andare a suonare e ho iniziato le lezioni di pianoforte. La prima volta che ho cantato in pubblico è stato a 14 anni: era “Se io se lei” di Biagio Antonacci in un pub. Prima pensavo di più allo spettacolo, in sè per sè alle serate, mi piaceva l’idea di stupire. Ora penso solo ai testi a scrivere le canzoni, mentre prima ero più attratto dal palco ora mi interessa dire di più quello che faccio”.

Quali artisti hanno influenzato la sua crescita artistica?

“La musica cantauotriale italiana: Niccolò Fabi, Fossati con le sue luci e le sue ombre, Bertoli, Roberto Vecchioni, Guccini”.

Nel maggio 2011 esce il suo primo disco. Cosa racconta e quando è nata l’idea di comporre un disco?

“È nato quasi per gioco, facevo il liceo e già scrivevo. Un modo di dire quello che penso, ti viene facile dire così delle cose. La discografia è arrivata dopo, non basta più fare le canzoni, fare i live, è stato necessario fare un cd. Che poi è un’arma a doppio taglio, è molto più importante fare i live per avere un contatto con le persone”.

L’ultimo album esce nel 2019, sono 13 brani inediti. Cosa racconta l’intero album?

Li c’è tutto. C’è l’amore, l’amicizia, quello che penso della società. Parlavo dell’Italia, un album molto improntato sulla società moderna, con la prepotenza che vige ora. Un incontro con me stesso, non so mai quanto sia giusto dire quello che hai scritto. L’interpretazione di una canzone quando la scrivi non diventa più tua, non è mai troppo giusto andare in fondo ognuno la fa come la vede e la sente. In bilico ci sono le nostre emozioni, in fondo tu scrivi e metti nel cassetto poi tiri fuori dal cassetto le canzoni”.

Foto Ufficio Stampa

Nel gennaio 2022 il nuovo singolo “Chiedimi se sono felice”. Cosa rappresenta per lei questo brano?

“È un pezzo che ho scritto nel marzo 2020 durante la pandemia, era un dispetto alla mia ex, le ho scritto un messaggio dicendole quanto sia stata stronza, poi un anno dopo prima di pubblicare il brano le ho pure mandato un messaggio con il brano. Ho utilizzato la musica per dire quello che voglio, sono stato solo tre mesi con la mia ex ma è stato un racconto che ho vissuto”.

Se dovesse descrivere la musica in 3 parole?

“La musica è realmente quello che senti di fare dentro. La musica per me è tutto, mi ha salvato da tanti momenti bui, basta solo un pianoforte e la tua voce, basta che in macchina o sotto la doccia canti e sei contento”.

Progetti futuri?

“I live nei quali metterò il mio brano e sarà inserito qualcosa di nuovo e il prossimo video che uscirà entro tre mesi. Non ti svelo quale sarà il brano, c’è tanto fermento. Soprattutto dopo questo periodo nero, bisogna ascoltare di più se stessi”.

Total
6
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article
Martina Franca

<strong>Sabato 12 e domenica 13 novembre a Martina Franca c’è “L’Estate di San Martino”</strong>

Next Article

<strong>Domani Sampdoria Lecce</strong>

Related Posts
Total
6
Share